La Corte // LOGO

Gianni Caverni e Alessandro Fani
presentano

Confessioni di un ragazzo perbene
di ANDREA A.

La storia di Andrea A., pseudonimo adottato da un giovane professionista napoletano, mostra che l’esperienza di una vita può condensarsi in “improvvise, folgoranti accensioni”. In questa autobiografia il lettore è messo di fronte al lento processo di autoconoscenza e di liberazione, che conduce l’autore alla scoperta e accettazione della propria identità sessuale. Un processo sofferto, in bilico tra timori, slanci, errori, e illuminato a tratti da istanti di estatico godimento. L’intensità della scrittura è straordinaria nella descrizione del desiderio, ma tutto il libro trasmette l’emozione della scoperta di una persona, delle sue passioni, della sua vita. Un libro che si legge tutto d'un fiato, facendoci partecipi della vicenda estremamente personale di un ragazzo che scopre un se stesso diverso da ciò che ha sempre pensato di essere. È il travaglio interiore di un giovane uomo che non teme di mettersi a nudo per ritrovarsi e che da questo scavare sa trarre forse il senso più profondo del riscoprirsi.

Andrea A.
Nato a Napoli nel 1975, intraprende gli studi classici per poi sacrificare l’interesse per le materie umanistiche iscrivendosi alla facoltà di Giurisprudenza presso l'Università Federico II. Una volta laureato (aa 1999/2000), sente di aver riscattato la propria vita ai sensi di colpa, per cui - finalmente - decide di dedicarsi alla danza con tutta la passione possibile. Mentre si esibisce in diversi teatri italiani, diventa avvocato (2005) e dai palcoscenici, suo malgrado, passa alle aule di udienza. Oggi, tra un viaggio e un altro, si ritrova a scrivere e, con insperata gioia, sorride a un futuro che potrebbe riservargli ancora altre sorprese…

Gianni Caverni
Artista, critico, giornalista. Da anni collabora con “L’Unità” scrivendo di arti visive, patrimonio culturale e beni artistici, cultura e sport. Scrive per “Segno”, rivista specializzata di arti visive contemporanee. Ha scritto “When I'm sixtyfour di Lennon McCartney” edito nel 2007 da “Gli Ori”. Con Raffaella Marcucci è uscito da poco “Firenze casa mia – Ospiti celebri e cittadini illustri: luoghi e memorie” pubblicato da Polistampa nel 2012. Vive e lavora a Firenze.