La Corte // LOGO

RITA PEDULLÀ
Pathos

Tema: abiti, tutù (tecnica dipinti a olio)
Forme galleggianti su grandi sfondi
Possono sembrare altro… fiori, papaveri, cuori, animali
marini, meduse…
Confermano l’essenza del femminile senza che ci sia un
Corpo. Delicatezza figurazione astrazione… forza anima
emozione

PHATOS
Uguale. Forza emotiva
PATHOS
Corrisponde alla parte irrazionale dell’animo
PHATOS
Passione

Sembrano non poter stare fermi gli abiti che compongono la nuova serie di lavori di Rita Pedullà. Spinti “oltre” i corpi che dovrebbero indossarli, hanno la consistenza del soffio che li anima e li rende mobili sulla tela. Vestigia di un femminile in continua trasformazione, questi abiti sembrano saper prendere diverse identità. Naturali e innaturali possono vestire corpi di donne e forme della natura, restando in bilico verso quello che suggeriscono: fiori, papaveri, cuori animali marini, meduse… La forza dei colori, che sfumano nello sforzo senza rinunciare ad essere spessi sulla tela, suggeriscono la forza di quello che non si può dire ma che è, del pieno che si concentra in un punto, desiderio senza scampoli di incertezza. Pathos

Sandra Burchi